C'è qualcosa che non va

Home Page Forum Indice dei Forum Forum Libero C'è qualcosa che non va

Questo argomento contiene 23 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Pescecontro 5 mesi fa.

Stai vedendo 9 articoli - dal 16 a 24 (di 24 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #7021

    Pescecontro
    Partecipante
    • Post: 26

    Sulla base di quanto sopra, mi sono informato sul testo “Armi silenziose per guerre tranquille” di cui è stata riportata una citazione… Per info su tale testo (che non è stato scritto da Noam Chomsky) leggere qui:
    http://www.nexusedizioni.it/it/CT/armi-silenziose-per-guerre-tranquille-4971

    Mi è rimasta impressa una frase riportata in tale articolo ovvero:
    I molti che sentiranno che semplicemente qualcosa non va, non capiranno mai quali sono i veri problemi, per cui non sapranno come chiedere aiuto né attuare strategie di difesa.

    #7095

    Pescecontro
    Partecipante
    • Post: 26

    Dato che in un post precedente ho accennato ad Aldous Huxley mi pare giusto approfondire maggiormente su di lui parlando del suo lato oscuro… Ecco un articolo interessante a riguardo:

    http://antimassoneria.altervista.org/la-vittoria-finale-di-cristo/

    #7165

    Pescecontro
    Partecipante
    • Post: 26

    LE PORTE DELLA PERCEZIONE – SECONDA PARTE

    Premessa

    Fino ad ottobre 2016 non avevo mai sentito parlare di Haldous Huxley (o quantomeno, se anche mi fosse capitato di sentirne parlare, evidentemente non mi aveva colpito tanto da ricordarmene)… Ho pensato ke magari potesse esser stato citato nel libro “Il complotto Stargate” (dato che questo libro parla di droghe allucinogene e di controllo mentale) che avevo finito di leggere in quel periodo ma, fortunatamente, ho potuto verificare facilmente questo mio errato pensiero dato che tale testo contiene un indice dei nomi e lui non compare… Ricordo che ho iniziato ad interessarmi di lui perché volevo la conferma che il nome del gruppo dei The Doors fosse stato preso da una frase di William Blake ma sorpresa delle sorprese: non era così… Infatti, in realtà, Jim Morrison non prese spunto direttamente dalla frase di William Blake “Se le porte della percezione fossero purificate, tutto apparirebbe all’uomo come in effetti è: infinito” (Tratto da “Il matrimonio del cielo e dell’inferno”) per il nome del suo gruppo (The Doors)… Prese spunto dal libro di Aldous Huxley “Le porte della percezione” che però si ispirava tra le altre cose alle opere di William Blake… Infatti la prima frase con cui apre il libro è proprio la citazione di cui sopra…
    Ora invece le sincronicità mi hanno portato a scorgere spesso il nome di Haldous Huxley ed in diversi contesti…
    Un mese fa circa ad esempio mi ero imbattuto in un articolo in cui si diceva ke il buon Huxley era uno dei curatori del progetto CIA di controllo mentale denominato MKUltra. In seguito a tale scoperta ho cercato di approfondire l’argomento e mi sono imbattuto nell’articolo su linkato in cui si parla, tra le altre cose, anche di Transumanesimo. In seguito non mi sono quindi stupito di scorgere il suo nome ben 2 volte nello sfogliare un libro che mi sto per accingere a leggere ovvero “Evoluzione non autorizzata” di Marco Pizzuti. In quest’ultimo testo il Transumanesimo dovrebbe essere uno degli argomenti chiave…

    Le chiavi per aprire le porte della percezione

    I seguenti stralci sono tratti dal testo di Salvatore Brizzi “Il libro di Draco Daatson – parte seconda – Il regno del fuoco” e più precisamente dal capitolo 14. Il Palazzo di cristallo:

    Oggi ti insegnerò a slittare da una dimensione all’altra.

    […]

    Innanzitutto è necessario aver chiara la distinzione tra <passaggi laterali> e <passaggi verticali>. I passaggi laterali sono quelli che ci permettono di accedere, per esempio, ai differenti sottopiani della dimensione astrale. In verità non siamo saliti d’un piano verso la dimensione superiore, ma siamo solo entrati nell’appartamento affianco. Questo è ciò che fanno i banali viaggiatori astrali, credendo di aver compiuto chissà quale balzo dimensionale di natura epocale. In verità la coscienza, per quanto alterata, in quelle dimensioni laterali resta fondamentalmente la stessa, il che, detto in altri termini, significa che se eri uno stronzo di qua, lo resti anche in astrale!

    Se lo slittamento laterale è per pochi, lo slittamento verticale è per pochissimi.

    […]

    La paura, l’esitazione, la rabbia, l’impazienza, la sensualità… ci catapultano – se presenti al momento del passaggio – in luoghi dell’astrale dove accadono cose a cui è meglio non pensare se non si vuole perdere l’appetito e s’incontrano personaggi ai quali è meglio non affidare i propri figli nemmeno per pochi minuti.

    Le differenti dimensioni sono contenute tutte nel medesimo spazio.

    […]

    La porta è sempre di fronte a noi, in qualunque luogo e in qualunque momento, onnipresente. Servono una serratura e una chiave. La serratura è un evento di acuta sofferenza, che può essere volontaria o involontaria.

    […]

    La chiave è la nostra Presenza in scuotibile, che non vacilla nemmeno quando si trova all’apice della sofferenza;

    Per sofferenza, Salvatore Brizzi, intende un dolore di tipo emotivo ma ci sono altri modi per passare da una dimensione all’altra…
    Aldous Huxley nei suoi saggi “Le porte della percezione” e “Paradiso e Inferno” ne descrive alcuni:
    1) L’utilizzo di droghe allucinogene come la Mescalina o l’acido lisergico LSD (in seguito sono state scoperte altre droghe con effetti simili come ad esempio la DMT che è un derivato allucinogeno e illegale della triptamina rintracciabile nel corpo umano e in circa 60 specie di piante diffuse in tutto il mondo).
    2) L’anidride carbonica. Un miscuglio (assolutamente innocuo) composto di sette parti di ossigeno e tre di anidride carbonica produce, in coloro che lo inalano, alcuni cambiamenti fisici e psicologici. Tra questi cambiamenti il più importante è una spiccata intensificazione della capacità di “vedere cose” con gli occhi chiusi. In alcuni casi si vedono solo turbinii di colorì modellati. In altri casi vi possono essere vivide rimembranze di esperienze passate. Da ciò il valore del CO2 quale agente terapeutico. In altri casi ancora l’anidride carbonica trasporta il soggetto nell’Altro Mondo agli antipodi della sua coscienza quotidiana ed egli gode per brevissimo tempo di esperienze visionarie del tutto estranee alla sua storia personale o ai problemi della razza umana in generale. Ci sono diversi modi per aumentare l’anidride carbonica nel corpo umano: esercizi di respirazione yoga, il gridare o cantare continuo, la ripetizione di cantilene o mantra.
    3) La lampada stroboscopica.
    4) Le deficienze vitaminiche (queste infatti tendono a influenzare lo stato mentale prima di influenzare, almeno in maniera molto evidente, la pelle, le ossa, le membrane mucose, i muscoli e i visceri).
    5) La mortificazione del corpo. Essa infatti può produrre una serie di spiacevoli sintomi mentali ma può anche aprire una porta in un Mondo trascendentale di Essenza, Conoscenza e Beatitudine. Ecco perché, nonostante gli ovvi svantaggi, quasi tutti gli aspiranti alla vita spirituale hanno, in passato, intrapreso corsi regolari di mortificazione corporale.

    Anche per Huxley “Le emozioni negative – il timore che è assenza di fiducia, l’odio, l’ira o la perfidia che escludono l’amore – sono garanzia che l’esperienza visionaria, se e quando si verificherà, sarà spaventosa. Il fariseo è un uomo virtuoso; ma la sua virtù è di quella specie compatibile con l’emozione negativa. Le sue esperienze visionarie, quindi, saranno più probabilmente infernali anziché beate.

    #7743

    NicoMLD
    Amministratore del forum
    • Post: 616

    Saluti da un bar nella periferia del capoluogo, in attesa dell’evento MLD Back in Firenze stiamo parlando di @pescecontro con @gillexxx e @boiarusso

    #7797

    Pescecontro
    Partecipante
    • Post: 26

    Messaggio criptico… ❓
    Ad ogni buon conto ricambio i saluti! 😆

    #8319

    Pescecontro
    Partecipante
    • Post: 26

    IDEE NELL’ARIA

    Qualche tempo fa, e più precisamente il 23/02/2013, avevo postato, nel vecchio forum, un post intitolato “Istruzioni nell’aria” (post #268 in questa pagina: http://www.mondolapdance.info/forum.php?a=visualizzaDiscussione&idDiscussione=5081&pagina=26).
    Ora vorrei portare un esempio di “Idee nell’aria”…

    L’anno scorso, e più precisamente il 05/06/2016, scrissi il post “I gufi non sono quello che sembrano” (post #10 in questa pagina: http://www.mondolapdance.info/forum.php?a=visualizzaDiscussione&idDiscussione=12474&pagina=0); in tale post parlavo della serie televisiva “I segreti di Twin Peaks” con un paio di collegamenti interessanti:
    1) il link ad un immagine della statua dedicata al demone Moloch con sembianze di gufo venerata dai potenti americani nel campeggio denominato “Bohemian Grove”;
    2) il collegamento con il film “Il quarto tipo” (per questo collegamento avevo anche linkato un’immagine presa da questa pagina internet: http://ilcinemaesotericodimikeplato.myblog.it/2010/02/05/il-quarto-tipo/).

    Il 16/08/2016 è stato scritto questo articolo: http://www.isegretiditwinpeaks.com/i-gufi-non-sono-quello-che-sembrano/.
    In tale articolo ci sono un paio di collegamenti interessanti:
    1) un immagine della statua dedicata al demone Moloch con sembianze di gufo venerata dai potenti americani nel campeggio denominato “Bohemian Grove”;
    2) il collegamento con il film “Il quarto tipo”.

    Verso la fine del 2016 negli USA è uscito il libro di Mark Frost (coautore della serie “I segreti di Twin Peaks”) intitolato “Twin Peaks: The Final Dossier” uscito poi anche in Italia nel 2017 con il titolo “Le vite segrete di Twin Peaks”. Presumibilmente quindi tale libro era in fase di elaborazione a metà 2016…
    In tale libro appaiono due immagini interessanti:
    1) https://i11.servimg.com/u/f11/11/63/89/24/img_8810.jpg
    2) https://i11.servimg.com/u/f11/11/63/89/24/img_8811.jpg (Da notare che quest’immagine del demone Lilith appare anche nell’articolo del blog di Mike Plato su linkato riguardante il film “Il quarto tipo”).

    Se vi state chiedendo quale sia il collegamento con questo 3D… Bè non sempre c’è qualcosa che non va… 😛

    #9544

    Pescecontro
    Partecipante
    • Post: 26

    LE PORTE DELLA PERCEZIONE – SECONDA PARTE

    Premessa

    Fino ad ottobre 2016 non avevo mai sentito parlare di Aldous Huxley (o quantomeno, se anche mi fosse capitato di sentirne parlare, evidentemente non mi aveva colpito tanto da ricordarmene)… Ho pensato ke magari potesse esser stato citato nel libro “Il complotto Stargate” (dato che questo libro parla di droghe allucinogene e di controllo mentale) che avevo finito di leggere in quel periodo ma, fortunatamente, ho potuto verificare facilmente questo mio errato pensiero dato che tale testo contiene un indice dei nomi e lui non compare… Ricordo che ho iniziato ad interessarmi di lui perché volevo la conferma che il nome del gruppo dei The Doors fosse stato preso da una frase di William Blake ma sorpresa delle sorprese: non era così… Infatti, in realtà, Jim Morrison non prese spunto direttamente dalla frase di William Blake “Se le porte della percezione fossero purificate, tutto apparirebbe all’uomo come in effetti è: infinito” (Tratto da “Il matrimonio del cielo e dell’inferno”) per il nome del suo gruppo (The Doors)… Prese spunto dal libro di Aldous Huxley “Le porte della percezione” che però si ispirava tra le altre cose alle opere di William Blake… Infatti la prima frase con cui apre il libro è proprio la citazione di cui sopra…
    Ora invece le sincronicità mi hanno portato a scorgere spesso il nome di Aldous Huxley ed in diversi contesti…
    Un mese fa circa ad esempio mi ero imbattuto in un articolo in cui si diceva ke il buon Huxley era uno dei curatori del progetto CIA di controllo mentale denominato MKUltra. In seguito a tale scoperta ho cercato di approfondire l’argomento e mi sono imbattuto nell’articolo su linkato in cui si parla, tra le altre cose, anche di Transumanesimo. In seguito non mi sono quindi stupito di scorgere il suo nome ben 2 volte nello sfogliare un libro che mi sto per accingere a leggere ovvero “Evoluzione non autorizzata” di Marco Pizzuti. In quest’ultimo testo il Transumanesimo dovrebbe essere uno degli argomenti chiave… […]

    Aggiornamento

    In due libri ke sto ultimando di leggere c’è l’ombra del buon Huxley…

    1) “PENSARE LOST – L’enigma della vita e i segreti dell’isola” di Roberto Manzocco.
    Viene citato in due diverse occasioni:
    – A pag. 41 in cui si parla dei suoi libri “L’Isola” (romanzo del 1962 in cui descrive l’immaginaria isola di Pala, i cui abitanti hanno creato una società ideale in cui le droghe sono usate per scopi ricreativi o per ottenere l’illuminazione, i figli vengono allevati collettivamente, gli stati di trance vengono utilizzati come forme di apprendimento superiore ed è diffusa la contraccezione – che consente agli isolani di vivere liberamente la loro sessualità) e “Il Mondo Nuovo” (romanzo del 1932 in cui descrive una società distopica irregimentata e in cui gli esseri umani vengono prodotti in laboratorio e controllati tramite il piacere sessuale e l’uso di droghe – una sorta di prigione dorata, insomma). Si parla di questi libri come possibili fonti di ispirazione della serie Lost ed in particolare del progetto Dharma.
    – A pag. 96 in cui si parla delle idee di Huxley in merito agli allucinogeni che, secondo lui, sarebbero utilizzabili per rimuovere i filtri biologici di cui la nostra mente è dotata per ragioni evolutive. Senza di essi, sempre secondo lui, sarebbe possibile entrare in contatto con “altre realtà” o “altri mondi” fortemente interconnessi al nostro.

    2) “IL SERPENTE COSMICO – Il DNA e le origini della conoscenza” di Jeremy Narby.
    Qui non viene espressamente citato Aldous Huxley ma tra le fonti bibliografiche citate da Narby appare anche il suo collega Francis Huxley in quanto autore del libro “The way of the sacred”. In seguito ho scoperto che Narby ha scritto il suo secondo libro proprio insieme a lui. Questo mi ha fatto scattare un campanello d’allarme… Ho pensato: non mi pare un cognome tanto comune “Huxley” (non ho verificato se questo sia vero o meno)… Sapevo che Aldous aveva un fratello che, tra le altre cose, aveva coniato il termine “Transumanesimo” ma non ricordavo il nome e così ho pensato: vuoi vedere che questo Francis Huxley è il fratello di Aldous? Sbagliavo. Francis è nipote di Aldous in quanto figlio di Julian (il fratello di Aldous che ha coniato il termine “Transumanesimo”). Queste coincidenze mi fanno dubitare anche delle teorie di Narby…

    La famiglia Huxley è nota tra i complottisti… Ecco alcuni esempi:
    -Il nonno di Aldous, Thomas Henry Huxley, veniva chiamato “il mastino di Darwin” in quanto convinto sostenitore della teoria meccanicistica dell’evoluzionismo darwiniano, uno dei capisaldi del materialismo, alla base dell’attuale deriva dei valori che consente un più agevole controllo delle masse;
    -Aldous Huxley, tra le altre cose, pare abbia contribuito allo sviluppo del progetto CIA di controllo mentale MK–Ultra (programma illegale e clandestino di esperimenti sugli esseri umani con utilizzo di droghe e procedure tra cui anche tecniche di tortura);
    -Julian Huxley ha coniato il termine “Transumanesimo” attualmente utilizzato per definire il movimento culturale che sostiene l’uso delle scoperte scientifiche e tecnologiche per aumentare le capacità fisiche e cognitive e migliorare quegli aspetti della condizione umana che sono considerati indesiderabili, come la malattia e l’invecchiamento, in vista anche di una possibile trasformazione post umana.

    #11271

    Pescecontro
    Partecipante
    • Post: 26

    SLITTARE IN ALTRE DIMENSIONI

    Ho da poco finito di vedere la serie televisiva “The Leftovers – Svaniti nel nulla”… Non mi è dispiaciuta ma non mi ha nemmeno entusiasmato più che tanto però vi ho trovato alcuni spunti di riflessione interessanti…
    Attenzione agli spoiler nel proseguo della lettura del presente post.

    Una delle prime cose che ho notato a livello esoterist-complottista è il momento del risveglio nel mondo onirico dei morti da parte del protagonista Kevin Garvey. Il medesimo infatti, una volta trapassato si risveglia nell’aldilà sempre immerso nell’acqua (vuoi una vasca da bagno o il mare…) ergo un liquido… Questo mi ricorda il risveglio di Neo in “Matrix” e di John Murdoch in “Dark City”… Da lì a collegare il tutto ad un articolo di Mike Plato il passo è breve… Ecco l’articolo:

    http://mikeplato.myblog.it/2009/02/27/il-risveglio-dal-mondo-degli-arconti/

    Nella medesima serie inoltre si parla della sparizione del 2 % della popolazione mondiale, per poi scoprire che è finita in una dimensione parallela in cui è sparito il 98% della popolazione mondiale…
    Questo mi ricorda un brano letto ne “Il libro di Draco Daatson – parte seconda – Il regno del fuoco” di Salvatore Brizzi e più precisamente il capitolo quattordici “Il palazzo di cristallo” in cui si parla di slittamenti da una dimensione all’altra (brano a cui ho già accennato in un precedente post)…
    Slittamenti laterali (equiparabili a quelli compiuti dal 2% della popolazione) e slittamenti verticali (equiparabili a quello compiuto da Kevin Garvey nel mondo onirico dei morti)…

    Se lo slittamento laterale è per pochi, lo slittamento verticale è per pochissimi. Non ci si trasferisce nell’appartamento accanto, ma si sale di un piano.

    In effetti in quanti riescono a tornare dal mondo dei morti?
    Nel settimo episodio della seconda stagione l’anziano Virgil racconta a Kevin Garvey che per liberarsi di una defunta che lo perseguita deve affrontarla ed ucciderla nella sua dimensione, ossia “nell’altro mondo” dove dimora. Per farlo deve quindi morire.

    Kevin Garvey: Detto così sembra un esorcismo del cazzo.
    Virgil: Oh, siete tutti fissati con quel film. Dimmi un po’, ti sei già messo a vomitare da una parte all’altra della stanza? E la testa ti si gira di 360 gradi?
    K.G.: No.
    V: Certo che no, perché lei non è dentro di te, Kevin. È sopra di te. E se vuoi mandarla via, non puoi farlo nel tuo territorio. Devi andare nel suo. Dall’altra parte.
    K.G.: E come faccio?
    V: Devi morire.

    Interessante anche notare come a differenza di Matrix, quando il protagonista si risveglia nell’Altro mondo si ritrovi in un mondo onirico, nel mondo dei sogni… Questo mi ha fatto riflettere su una cosa: qual è il mondo dei sogni? Quello che troviamo quando andiamo a dormire o quello in cui ci troviamo da “svegli”?

    Ovviamente questo post si può ricollegare ai 2 precedenti post riguardanti “Le porte della percezione”…

    #13973

    Pescecontro
    Partecipante
    • Post: 26

    Volevo scrivere un pamphlet sulla teoria ke attualmente si sintonizza maggiormente nella mia antenna ricevitore (= il cervello) ma ci metterò cent’anni 😉 … Pertanto per il momento vi palleggio una card animata (con il relativo significato spiegato in un file pdf) che sintetizza, in modo un pò grezzo e non approfondito, le basi di cotal teoria ispirata a quella di Charles Fort del MONDO=FATTORIA…

    Card animata:
    https://media.giphy.com/media/3tJdvxACCfPIszKOtJ/giphy.gif

    Spiegazione:
    https://view.joomag.com/my-first-magazine/0356810001531052372

Stai vedendo 9 articoli - dal 16 a 24 (di 24 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.