Home Page Forum Indice dei Forum Forum Principale Lap fiction

Stai visualizzando 3 post - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Autore
    Post
  • #6117
    effeci
    Partecipante
    • Post: 3

    Mi ha sempre un po’ incuriosito come il mondo del cinema o delle serie tv descriveva ai margini di una storia l’ambiente dei locali di lap dance. Il più delle volte mi è parso di notare una certa differenza da quanto avviene nella realtà, almeno quella che noi conosciamo nella zona Emilia-Lombardia.

    Nella serie “La porta rossa”, triller “paranormal noir” che sta andando in onda al mercoledi su rai 2 ci sono vari momenti ambientati in questo tipo di locali a Trieste e spesso l’ambiente non viene rappresentato in maniera troppo “edificante”. Mi ha molto colpito, però, come si è svolto un PRIVE’ nella ultima puntata andata in onda. La spogliarellista è dietro una vetrata, non vede il/la cliente che invece la osserva interagendo solo con la voce. Chissà se un gioco del genere esiste davvero in qualche locale o se è solo frutto della fantasia del bravissimo sceneggiatore Carlo Lucarelli… 🙂

    #6279
    Bj1
    Partecipante
    • Post: 83

    A Milano, almeno più di dieci anni fa, qualcosa di molto simile esisteva veramente con le cabine e tu dietro la vetrata che interagivi con la ragazza con una sorta di citofono. Ad oggi non so se esistono ancora ma non ne ho proprio più sentito parlare

    #6286
    Harry
    Partecipante
    • Post: 426

    chi non frequenta i lap dance (italiani) non può capirne nulla da fuori …non esiste libro, film, articolo che li racconti anche un minimo decentemente.
    Ricordo un servizio delle iene però fatto in una località turistica dove giocoforza la situazione è un po’ diversa…e comunque non approfondì per nulla le dinamiche.

Stai visualizzando 3 post - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.